Perché ventilare?

Perché è importante il regolare ricambio d'aria nelle aule?

Le aule devono sempre essere ventilate regolarmente. Quando si ventila, l'aria fresca entra nella stanza e sostituisce l'aria viziata. Questo rimuove l'umidità dalla stanza, il che riduce il rischio di crescita della muffa. Inoltre, le polveri sottili, gli odori e i vapori provenienti ad esempio da mobili o cosmetici vengono rimossi. Ultimo ma non meno importante, la CO2 viene rimossa verso l'esterno, il che può farvi stancare e ridurre la vostra concentrazione.

A causa del volume d'aria relativamente basso nell'aula con molti studenti presenti, la probabilità che le particelle infettive si accumulino nella stanza è relativamente alta. La probabilità di infezione dipende da vari fattori: Quante persone ci sono nella stanza e quanto sono attive, quanto è grande la stanza, quanto spesso viene cambiata l'aria nella stanza, quale ventilazione è disponibile. Poiché la stragrande maggioranza delle scuole non ha un sistema di ventilazione centrale, la ventilazione attraverso le finestre è il modo migliore e spesso l'unico per far entrare aria fresca in classe.

 

Come funziona la corretta ventilazione nella vita scolastica quotidiana?

Per proteggere dalle particelle infettive, l'aria dovrebbe essere cambiata tre volte all'ora. Questo significa che l'aria della stanza viene completamente cambiata con aria fresca dall'esterno tre volte all'ora. Questo si ottiene idealmente come segue:
La ventilazione viene effettuata ogni 20 minuti durante le lezioni con le finestre spalancate. Tutte le finestre devono essere spalancate (ventilazione d'urto). Maggiore è la differenza di temperatura tra l'interno e l'esterno, più efficace è la ventilazione. Pertanto, quando la temperatura esterna è fredda in inverno, l'aerazione per circa 3-5 minuti è sufficiente. Nei giorni caldi, la ventilazione deve essere più lunga (circa 10-20 minuti). In condizioni di caldo di mezza estate, quando le temperature dell'aria all'esterno e all'interno sono ugualmente alte, le finestre dovrebbero rimanere aperte continuamente.

Inoltre, la ventilazione dovrebbe avvenire dopo ogni lezione per tutta la durata della pausa, anche durante la stagione fredda.
La ventilazione incrociata è ancora meglio della ventilazione d'urto. Questo significa che le finestre opposte sono spalancate allo stesso tempo. Nelle scuole, la ventilazione incrociata può anche essere ottenuta aprendo le finestre su un lato e le finestre del corridoio sul lato opposto.

Sia durante la ventilazione d'urto che la ventilazione incrociata, la temperatura nella stanza scende solo di pochi gradi. Dopo aver chiuso le finestre, sale di nuovo rapidamente.

A cosa servono i semafori di CO2 e come usarli correttamente?

L'anidride carbonica (CO2) è un buon indicatore di aria "stantia" perché tutti espirano CO2. Nelle stanze chiuse e con un gran numero di persone, come nelle aule, la CO2 può accumularsi rapidamente nell'aria della stanza senza ventilazione. Livelli di CO2 eccessivamente alti portano a sintomi di affaticamento tra i presenti. Un aumento della concentrazione di CO2 non permette di fare affermazioni sugli aerosol contenenti virus, ma indica che la stanza non è stata ventilata per troppo tempo e che quindi il rischio di infezione può essere aumentato.

I semafori di CO2 sono dispositivi di misurazione per determinare la concentrazione di CO2 nell'aria interna. Mostrano la qualità dell'aria in termini di CO2 attraverso i colori indicatori verde-giallo-rosso. Alcuni dispositivi mostrano anche la concentrazione misurata in parti per milione (ppm). Fino a 1000 ppm, la qualità dell'aria interna è considerata buona (verde). Se questa concentrazione viene superata, il semaforo passa a "giallo" e per più di 2000 ppm di solito a "rosso".

I dispositivi sono meglio posizionati all'altezza della respirazione (circa 1,5 m per le persone sedute) e al centro della stanza. Non è consigliabile posizionarli vicino alle finestre o direttamente lungo un muro o di fronte a un corridoio. Non è assolutamente necessario installare permanentemente un semaforo di CO2 in ogni aula. Piuttosto, è sufficiente che il comportamento di ventilazione sia prima provato in una stanza con l'aiuto del semaforo, che poi viene mantenuto anche senza il semaforo. Il semaforo di CO2 può poi essere utilizzato nella classe successiva.

 

Fonte: Agenzia federale dell'ambiente
Dipartimento presidenziale / Stampa e relazioni pubbliche, Internet
Wörlitzer Platz 1
06844 Dessau-Roßlau
https://www.umweltbundesamt.de/richtig-lueften-in-schulen#wie-funktioniert-richtiges-luften-im-schulalltag

Italiano
Italiano